Marte: scoperto labirinto di canyon sulla superficie

Grazie alla sonda europea Mars Express siamo riusciti a visionare delle immagini molto chiare di Marte e, nello specifico, di una delle regioni più wild del pianeta in questione. Stiamo parlando della Noctis Labyrinthus, ossia Labirinto della notte, che è una grande zona di Marte, che si trova molto vicino all’equatore all’estremo occidentale delle Valles Marineris, che altro non è che quella grande frattura che interessa per oltre 5000 km la superficie marziana.

La peculiarità di questa zona è non solo la morfologia disordinata ma anche, e soprattutto, la presenza di grandi canyon, grandi ammassi composti da materiale di origine vulcanica, provenienti dalla regione di Tharsis, dove si trova il vulcano a scudo Olympus Mons, alto circa 27.000 metri. Le pareti dei canyon sono composte di roccia omogenea e sono percorse da canali che si sono formati per lo scorrere di antichi corsi d’acqua.

La domanda che ci si deve porre, quindi, riguarda proprio quella che è l’origine di questo labirinto marziano? Stando a quanto detto dall’Agenzia Spaziale Europea (ESA), che ha pubblicato proprio recentemente la prima rielaborazione di quelle che sono le immagini arrivate dalla sonda Mars Express, questi canyono e le altre strutture che creano questo intricato labirinto sono state formate in seguito alla violenta esplosione della crosta di Tharsis, che rompendosi ha provocato fratture profonde diversi chilometri. Per la precisione, si parla di 1200 km di canaloni: un numero davvero impressionante che, però, non sconvolge data la grandezza del pianeta. Nel frattempo, si attendono nuove immagini dalla sonda e si attendono ulteriori notizie in merito a questo intricato e affascinante labirinto.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *